Jan Lukasiewicz

 In English

Indice
Presentazione

Vita

 Opere principali

 Bibliografia scelta

 Keywords

Documentazion e su Lukasiewicz  

Articoli su Lukasiewicz

 R. Pouivet, "Lukasiewicz: de l'aristotélisme autrichien
à l'aristotélisme polonais"
(RTF file (128 Kb), click on the icon )

A.Kanik, Contribution of Lukasiewicz's Philosophy to Conventionalism

Altri link nel mondo

 A short biography edited by the MacTutor History of Mathematics archive .

 

 Presentazione



Jan Lukasiewicz è noto in tutto il mondo come il fondatore del primo calcolo logico non-classico, la cosiddetta logica trivalente o polivalente, e come uno dei più insigni logici di questo secolo. Ma egli fu anche molto attivo nelle ricerche di storia della lgoica, fornendo una nuova aggiornata interpretazione del sillogismo di Aristotele e del calcol proposizionale degli Stoici. La sua attività è strettamente legata alla scuola fondata da Kazimiera Twatrdowski, del quale fu il primo allievo a Lvov. Forse meno conosciyta, ma altrettanto significativa è stata la sua riflessione filosofica sulla scienza e sul ruolo che la creatività gioca nell'invenzione delle teorie scientifiche, seguendo egli in merito un approccio anti-induttivo per molti aspetti simile alle concezioni di Popper.

 Vita

Dopo aver studiato legge all'università di Leopoli, i suoi interessi si spostarono verso la filosofia sotto l'influenza delle lezioni di Twardowski di cui fu il primo dei numerosi allievi e col quale conseguì il dottorato nel 1902. Dopo aver trascorso alcuni anni a Berlino e Lovanio, ritornò nel 1906 a Leopoli col titolo di docente e quindi di professore di logica e filosofia. Qui egli partecipò attivamente alla realizzazione del progetto scientifico-didattico di Twardowski e nel corso di questa attività fu alla guida del primo corso di lezioni tenuto in Polonia sulla logica matematica, negli anni 1907-1908. Nel corso del primo conflitto mondiale, nel 1915, si trasferì, insieme a Kotarbinski a Varsavia, dove sarà raggiunto nel 1919 anche da Lesniewski. Nella capitale Lukasiewicz occupò una delle due cattedre di filosofia nella rinata università e stabilì un fecondo rapporto coi matematici dell'università, raccogliendo inoltre intorno a sé un gruppo di giovani studiosi, tra i quali si distinguerà Alfred Tarski. Alla fine dell'ultima guerra mondiale, nel 1946, si trasferì a Dublino, non riuscendo ad accettare il nuovo sistema politico instauratosi nel suo paese in seguito alla occupazione sovietica, dove rimase sino alla morte.

 Opere principali

- O zasadzie sprzecznosci u Arystotelesa (Sul principio di non-contraddizione in Aristotele) (1910), PWN, Warszawa 1987.
- O nauce (Sulla scienza), Biblioteka Filozoficzna 5. Polskie Towarzystwo Filozoficzne, Lwów 1934;
- Aristotle's Syllogistic from the Standpoint of Modern Formal Logic, Clarendon Press, Oxford 1951.
- Elements of Mathematical Logic, Pergamon Press, Oxford 1966.
- Selected Works, North-Holland, Amsterdam 1970.
- "Curriculum vitae of Jan Lukasiewicz", Rassegna di Scienze Filosofiche, XXX, 2-3, 1977, pp.23-9.

 Bibliografia scelta

- L. Borkowski, J. Slupecki, "The Logical Works of J. Lukasiewicz", Studia Logica, 8, 1958, pp.7-56.
- A.N. Prior, "Lukasiewicz's Contribution to Logic", in AA.VV., Philosophy in the mid-century, a survey, ed. by R. Klibanski, vol. I, Logic and philosophy of science, La Nuova Italia, Firenze 1958, pp.53-5.
- R. Wójcicki, (ed.), Selected Papers on Lukasiewicz's Sentential Calculus, Ossolineum, Wroclaw 1977.
- K. Berka, "Lukasiewicz on Aristotle's Syllogistic", Ruch Filozoficzny, XXXVI, 1, 1978.
- A. Maccarrone, "Note sulla sillogistica di Lukasiewicz", Studi Urbinati, LII, 1-2, 1978, pp. 299-336.
- P. Simons, "Lukasiewicz, Meinong, and Many-valued Logic", in K. Szaniawski (ed.), The Vienna Circle and the Lvov-Warsaw School, Kluwer, Dordrecht 1989, pp. 249-9.
- K. Trzesicki, "Lukasiewiczian Logic of Tenses and the Problem of Determinism", in K. Szaniawski (ed.), op. cit., pp. 293-312.
- V. Boicescu et al., Lukasiewicz-Moisil algebras, North Holland, Amsterdam 1991.
- K.Trzesicki, "Lukasiewicz on Philosophy and Determinism", in F. Coniglione, R. Poli, J. Wolenski (eds.), Polish Scientific Philosophy, Rodopi, Amsterdam 1993, pp. 251-97.
- A. Schiaparelli, "Aspetti della critica di Jan Lukasiewicz al principio aristotelico di non contraddizione", Elenchos, 1, 1994, pp. 43-77.
-
F. Coniglione, "Filosofia e scienza in Jan Lukasiewicz", Epistemologia, 17, 1, 1994, pp. 73-100
.

 Concetti chiave

Le più importanti idee filosofiche di Lukasiewicz spiegate con citazioni tratte dalle sue opere.

 Documentazion e su Lukasiewicz

Lettere di Lukasiewicz a Kazimierz Twardowski

 


  Back to the Main Polish Philosophers Page


© Polish Philosophy Page, ed. by F. Coniglione - http://www.fmag.unict.it/polhome.html